venerdì 18 novembre 2011

c'è la nebbia, e non si vede.

Sono ormai tre giorni che è arrivata la famigerata nebbia di Milano e proprio non se ne vuole andare. che poi, a Milano c'è, ma in periferia, ce n'è di più.

Tipo che quando torno la sera a casa e sono la sola a scendere dal tram me ne torno a casa più tranquilla che nelle sere limpide. Non vedo nessuno per strada, questo significa che gli altri non vedono me. Soprattutto la pista ciclabile che costeggia il parco, sembra di passare nel nulla. E io non ho mica paura. Anzi, quasi mi piace l'essere persa nella nebbia.

Stamattina, saranno state le dieci, era tutto bianco, e di giorno è peggio perchè non ci sono i fari delle macchine a fendere la nebbia, e si vedeva questo pallino bianco, che era il sole, e lo potevi guardare dritto dritto come se fosse la luna.

Se ho un po' di tempo e buona volontà nei prossimi giorni e la nebbia è ancora lì, vorrei fare delle foto. Mi scoraggia il freddo, devo dire, e l'umidità che mi entra nelle ossa, mi martella la fronte e mi fa pure piangere...

Nessun commento:

Posta un commento